panbrioche allo yogurt

Dai lievitati non so stare lontana, appena sembra si abbassino le temperature ecco che inforno qualcosa.

Ho già pubblicato qualche ricetta per i panbrioche, ma questa nuova versione mi stuzzicava da un pò; l’ho presa da Paoletta del blog anice e cannella che a sua volta l’aveva presa da Adriano di profumo di lievito . Sulla pagina facebook di Anice e Cannella questa è una delle ricette più seguite e si capisce subito perchè al primo morso, ma io pur mantenendo il procedimento e gli ingredienti di paoletta,per lo zucchero e sale (e aromi) ho seguito le indicazioni di Adriano.

brioche di paoletta

ingredienti

  • 500gr farina (250 gr manitoba per uso non professionale e 250 gr di farina 0)
  • 100gr latte
  • 150gr yogurt (io 125g)
  • 2 uova + 1 tuorlo
  • 100gr zucchero
  • 60gr burro fuso e raffreddato
  • 12gr lievito fresco
  • 7gr sale
  • 1 scorza di limone bio grattugiata
  • 1 albume per pennellare (ma io ho pennellato con latte e zucchero e zucchero di canna)

preparazione

Io ho usato il bimby, ma con un’impastatrice forse otterremo anche un risultato migliore. Ho sciolto il lievito nel latte, 2 minuti 37° vel.3 ho aggiunto 90g di farina e mescolato ancora 2 minuti vel3 ,poi ho fatto riposare l’impasto nel boccale fino a che è gonfiato: il tempo riportato in ricetta era di 90 minuti ma con il caldo in 1 ora era già lievitato.

Iniziamo ad impastare, ho aggiunto le uova col tuorlo, metà zucchero, scorza di limone e metà farina rimasta a velocità spiga per 3 minuti, poi ho aggiunto (sempre mentre impastava ) lo yogurt in 3 volte alternandolo con lo zucchero e la farina rimasti.

Quando si sono assorbiti ho messo il sale, quindi in burro sempre in 3 volte finchè l’impasto non si è incordato.


In tutto avrò lavorato l’impasto 25-30 minuti facendo delle brevi pause per non riscaldarlo mentre con un’impastatrice potete lavorare senza questo inconveniente.

L’impasto è adesso pronto per lievitare in luogo tiepido (vengono raccomandati 26°). Io in cucina ero forse sui 30 per cui è triplicato in un’ora abbondante invece dei 90 minuti indicati in ricetta.

Si rovescia l’impasto sulla spianatoia infarinata, si dà un giro di pieghe strech&fold come per la pizza e si mette coperto a campana per 15 minuti. Trascorso questo tempo possiamo tagliare l’impasto e formare le brioche o il panbrioche secondo le nostre preferenze. Io ho fatto un panbrioche e 7 brioches di varie forme e pezzature alcune ripiene di marmellata.

panbrioche paoletta

Disponiamo le brioche su una teglia coperta di carta forno per l’ultima lievitazione fino al raddoppio (cresce molto l’impasto tenetevi piccoli con le brioches) a me sono raddoppiate in 45 minuti in inverno potrebbero mettercene anche 90.

Ho acceso il forno ventilato a 170° e ho spennellato le brioche con latte tiepido zuccherato e con zucchero di canna infornato per 15 minuti le brioche e 35 il panbrioche (fare sempre prova stecchino).

brioche paoletta aperta

Il panbrioche l’ho anche coperto con un foglio d’alluminio dopo 15 minuti perchè scuriva troppo.

Inutile dirvi che sembra di mangiare una nuvola da quanto è soffice e la mattina le brioche erano ancora belle soffici senza bisogno di riscaldarle.

interno brioche paoletta

interno panbrioche paoletta

panbrioche allo yogurt ultima modifica: 2015-08-29T18:31:51+00:00 da mangiocongusto
Share

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?