La ribollita : piatto tradizionale toscano

ribollita: piatto tipico della tradizione toscana

La Ribollita è un piatto della tradizione toscana, povero (così si dice per indicare i piatti i cui ingredienti non sarebbero nobili, ma su questo ci sarebbe molto da discutere) ma di sostanza, come tutti i buoni vecchi piatti contadini .

La ribollita, e qui c’è un’altra costante dei piatti della tradizione contadina, è buonissima anche 1 o 2 giorni dopo, per cui preparatene in abbondanza.

Ingredienti x 4 persone

  • 1 mazzo di cavolo nero
  • 400g di spinaci (freschi o surgelati. volendo vanno bene anche le bietole)
  • 1 patata grande
  • 3 pomodori da sugo sbollentati pelati e tagliati a cubetti (io non li avevo, ho usato dei ciliegini tagiati a metà e un cucchiaio di concentrato di pomodoro)
  • 1 cipolla
  • olio extravergine
  • 1l e 1/2di brodo (vegetale o di carne)
  • 1 stacca di sedano
  • 1 carota
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di timo
  • 1 foglia di alloro
  • prezzemolo
  • 250g di fagioli cannellini (si dovrebbero usare i secchi ammollarli 1 notte e lessarli ma io ho usato una confezione di quelli già cotti)
  • sale
  • pepe
  • guanciale  o un osso di prosciutto per insaporire i fagioli secchi (per questa volta però ma io non ho messo nulla).

Preparazione

La prima cosa da fare se usate i fagioli secchi è metterli in ammollo per almeno una notte quindi sciacquarli e lessarli in acqua arricchita con sedano, cipolla e carota e un osso di prosciutto o del guanciale o cotenne di maiale. Non buttare l’acqua di cottura perchè servirà per la ribollita.

Pulire tutte le verdure e tagliarle a pezzi. In una casseruola molto capiente fare un soffritto con cipolla, aglio, prezzemolo, sedano e carota tritati.

Quando il soffritto avrà preso colore aggiungere tutte le verdure e il concentrato di pomodoro; far insaporire quindi coprire di brodo e aggiungere il rametto di timo e l’alloro legati con uno spago in modo da poterli recuperare.

Passati 30-40 minuti le verdure saranno quasi cotte, è il momento di passare metà dei nostri fagioli e aggiungerli alla minestra insieme ad un pò del loro brodo di cottura (solo se avete usato quelli secchi); dopo altri 5 minuti si possono aggiungere i fagioli interi e togliere il timo e l’alloro. Lasciare insaporire ancora 5 minuti poi cospargere di olio e un pizzico di pepe e togliere dal fuoco.

Preparare nei singoli piatti dei pezzi di pane raffermo (meglio di quello casareccio toscano) e coprirlo con la minestra.

Se si vuole si possono passare un pò di verdure in modo da farla diventare più cremosa, io non l’ho fatto perchè il mio pane aveva 9 giorni e si doveva bagnare bene.
La ribollita : piatto tradizionale toscano ultima modifica: 2015-03-02T20:00:48+00:00 da mangiocongusto
Share

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?