Pizza Bonci (con lievito di birra)

una fetta di pizza bonci

Se amate la cucina e navigate in rete alla ricerca di ricette e consigli culinari, oltre che a finire sulle pagine di mangiocongusto.it probabilmente avrete letto molte volte della pizza di Gabriele Bonci.

gabriele bonciPer chi non conoscesse Gabriele Bonci, stiamo parlando di un personaggio che è considerato il nuovo Re della pizza con il suo locale Pizzarium, pizzeria al taglio vicino a Piazzale degli Eroi a Roma, e relativa pagina facebook .

La pizza di Gabriele è considerata una delle migliori pizze al taglio che si può trovare, non solo a Roma e per fortuna Gabriele è disposto a rilevare qualcuno dei suoi piccoli segreti.

La ricetta della pizza Bonci permette di fare una bella pizza con impasto molto idratato, poco lievito e una lunga maturazione in frigo.

Io già di mio sono favorevole al poco lievito e agli impasti molto idratati per cui mi sono lanciata volentieri nell’esperimento per questo nuovo (per me) impasto.

Al momento in cui scrivo abbiamo già impastato, lievitato, infornato e mangiato diverse volte la pizza con questo impasto; siamo al resoconto finale dopo i miei esperimenti .  (leggi anche Pizza Bonci con pasta madre)

La prima versione della Pizza Bonci che ho provato è quella con lievito di birra:

Ingredienti:

  • 3-4g di lievito di birra
  • 500g di farina
  • 400g di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 15g di sale
  • ingredienti a vostro gusto per il condimento

Preparazione:

La particolarità di questo impasto è che va preparato il giorno prima e fatto riposare in frigorifero. Io impasto la sera prima di cena verso le 18.

Si inizia sciogliendo il lievito nell’acqua, poi si aggiunge l’olio e quindi la farina e per ultimo il sale.

Si mescola bene e avremo un impasto grumoso.

A questo punto Bonci insegna a mettere l’impasto su una spianatoia cosparsa di semola e fare delle pieghe a libro per dare forza all’ impasto.  Io però ho preferito fare le pieghe stretch&fold in ciotola (non che metta in dubbio il metodo, ma per abitudine, visto che anche il pane faccio così).


Ho fatto 2 serie di pieghe a distanza di 10 minuti e poi ho coperto la ciotola con la pellicola e messa in frigo fino al giorno dopo verso le 17.

Ho tolto quindi l’impasto dal frigo e tenuto un’ora a temperatura ambiente, poi ho diviso l’impasto per le teglie (nel mio caso 2) e, dopo averlo fatto riposare un pochino al caldo, ho steso con le mani con cautela l’impasto che si presenterà molle e pieno di bolle.

impasto pizza bonci

Ho fatto una margherita e una pizza bianca con funghi, patate, spinaci, scamorza, mozzarella e parmigiano.

Verso le 19e15 ho acceso il mio forno di casa al massimo (230 gradi) e quando è arrivato a temperatura ho infornato la prima pizza tenendola 5 minuti sul ripiano più basso del forno, poi rialzata sul ripiano intermedio e dopo altri 5 minuti ho aggiunto la mozzarella e terminato la cottura.

Con la seconda invece l’ho infornata sul piano basso già coi condimenti tranne i formaggi, dopo 8 minuti l’ho passata al ripiano intermedio per 10 minuti quindi ho aggiunto i formaggi e terminato la cottura.

Il risulatato ? Una pizza ”nuvola” bella croccante ma leggerissima che si scioglie in bocca e non appesantisce.  Buona, ma forse l’aspetto migliore è l’alta digeribilità. Chi ha problemi di pesantezza dopo aver mangiato la pizza deve assolutamente provare questa ricetta.

alveolatura pizza bonci

In questa foto da vicino si può apprezzare l’ alveolatura della pasta, la sua composizione ariosa e soffice.

Pizza Bonci (con lievito di birra) ultima modifica: 2015-02-06T18:43:41+00:00 da mangiocongusto
Share

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?