benvenuti a tavola

benvenuti a tavola

Ieri sera mi è capitato di vedere per puro caso la nuova fiction di canale5 “Benvenuti a tavola” ed è stata una piacevole sorpresa.

Leggera ma divertente commedia incentrata sulla gestione di due ristoranti molto diversi eppure in concorrenza tra loro perchè dirimpettai. Nel sottotitolo c’è anche l’accenno ad una rivalità nord/sud, rivalità tra le persone ma anche nella cucina.

I rispettivi cuochi, molto litigiosi e dispettosi sono partiti con il piede sbagliato nel loro rapporto, ma in fondo si somigliano. Amano la cucina, i prodotti genuini ed il loro lavoro.

Visto che ormai la tv è popolata a tutte le ore da programmi di cucina, tanto che forse facendo zapping da un canale all’altro si potrebbero seguire ricette ininterrottamente dalla mattina alla sera, la cucina prima o poi doveva arrivare anche nella fiction.

E nella fiction la cucina ha un ruolo da protagonista. La serie racconta la rivalità tra le due famiglie di ristoratori, ma la cucina ha una parte importante nella narrazione.

I piatti vengono spiegati, si parla di alimentazione e di prodotti genuini, di filiera corta o di prodotti tipici.

Ma l’assoluta novità è che a fine puntata due ricette che sono state preparate nei rispettivi ristoranti di Carlo Conforti (Fabrizio Bentivoglio) e Paolo Perrone (Giorgio Tirabassi) durante la fiction vengono velocemente spiegate e messe in votazione al pubblico con un concorso annesso.

Il concorso è con SMS a pagamento ma mette in premio ogni settimana 3 cesti gastronomici del valore di 1.000 euro .

Vi propongo le due ricette di questa settimana, La tartare di Ricciola, che mi incuriosisce molto ma che difficilmente vedrò preparare in casa mia in quanto il pesce resta crudo ed un più classico spigola all’acqua pazza, di cui almeno la materia prima non mi dovrebbe mancare.

SPIGOLA ALL’ACQUA PAZZA ( Ristorante Il Terrone di Perrone)

ricetta per quattro persone

Ingredienti:

  • 2 spigole da 400 gr circa l’una
  •  Olio extravergine d’oliva qb
  •  1 spicchio d’aglio
  •  1 peperoncino fresco
  •  300 g di pomodorini
  • 2 dl di vino bianco secco
  •  1 costa di sedano
  •  1 mazzetto di prezzemolo
  •  Sale
  • Vino bianco q.b.

Squamate accuratamente i pesci. Fate scaldare l’olio in una teglia, unite l’aglio sbucciato e leggermente schiacciato, il peperoncino, il sedano tagliato grossolanamente e fate rosolare.

Aggiungete i pomodorini lavati e divisi a pezzetti, salate, bagnate il tutto con il vino bianco e un bicchiere abbondante di acqua tiepida.

Fate cuocere a fuoco dolce fino a quando il liquido inizia a bollire.

Aggiungete il pesce e portatelo a cottura. Regolate di sale e cospargete la pietanza con prezzemolo lavato e grossolanamente spezzettato.


TARTARE DI RICCIOLA CON PUNTARELLE E OLIVE DI GAETA (Ristorante il Meneghino di Conforti)
ricetta per quattro persone

Ingredienti:

  • 200 gr di puntarelle
  •  16 olive di Gaeta
  •  1 arancia
  •  1 pompelmo
  •  380 gr olio di semi
  •  2 uova • Sale qb
  •  1 cucchiaino succo di limone
  •  1 cucchiaino di senape
  •  Olio extravergine d’oliva qb
  •  Pepe e Maggiorana q.b.

Pulite e affettate sottilmente le puntarelle; lasciatele in acqua fredda finché si arricciano.

Denocciolate le olive di Gaeta. Pelate a crudo un arancio e un pompelmo.

Realizzate una maionese con olio di semi, uova, sale, succo di limone, senape e la buccia di ¼ di arancia.

Tagliate una tartare grossolana di polpa di ricciola, conditela con olio, sale, pepe, maggiorana e una leggera grattugiata di buccia di arancia.

Ponete la tartare in un piatto piano, adagiatevi sopra l’insalatina di puntarelle, olive e agrumi precedentemente condita. Guarnite il piatto con qualche goccia di maionese.


Prenotable Image Banner 300 x 250

benvenuti a tavola ultima modifica: 2012-04-13T19:32:15+00:00 da Salvatore - admin
Share

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?