schiaccia di pasqua

ricetta schiaccia di pasquaLa tipicità dei prodotti culinari locali è una delle caratteristiche del Bal Paese che si manifesta specialmente nell’ambito dolciario.

Ogni paesino ha il suo tipico dolce per ogni occasione, quello tradizionale, che viene preparato nelle case a Natale o a Pasqua o nella festa del Santo Patrono .

Il dolce tradizionale locale è sempre buono e vale la pena di assaggiarlo perchè è il risultato di un miglioramento della ricetta secolare e che non ha mai fine, visto che continua ad essere preparato in tutte le case ed è un vanto ed un onore essere riconosciute come provette sfornatrici del dolce tradizionale.

La schiaccia di Pasqua è il dolce tipico del mio paese per queste festività, ma ne esistono diverse varianti in Toscana.

La particolarità di questo dolce che ben  si accompagna col cioccolato caldo è che spesso viene consumato anche con il salato, prosciutto o salumi durante la tradizionale colazione del mattino di pasqua.

La ricetta che propongo è un procedimento semplificato. Normalmente  si usa il lievito di birra e si lascia l’impasto a lievitare per molte ore con coperte di lana a favorire la crescita, ma questo procedimento è più pratico e toglie poco al gusto.

Ingredienti:
12 uova
2kg zucchero
500g di burro
250g di strutto
2 bustine di vanillina
1/4 l di anisetta(liquore d’anice)
1/4 l di spumante dolce o vin santo
1 bicchiere e mezzo d’olio
1hg di anice in chicchi
2,5hg di lievito di birra
5 bustine di lievito vanigliato
3,5kg di farina 00
latte e acqua tiepidi
sale un pizzico

preparazione:

Accendere il forno a 180°.

Mettere il lievito di birra con metà acqua e metà latte tiepidi (il tutto deve essere 500ml) un pizzico di sale e 500g di farina per fare un impasto morbido e lasciare lievitare per 30 minuti.

Aggiungere le uova a temperatura ambiente e tutti gli altri ingredienti per ultimi l’anice (che deve essere messa a bagno nello spumante almeno 2 ore prima) e il lievito vanigliato.

Mettere negli stampi l’impasto fino a riempirli poco più di metà.

Gli stampi tradizionali sono quelli tondi di carta,come quelli del panettone ma più bassi.

Con le dosi descritte si fanno diverse schiacce pasquali secondo la pezzatura degli stampi.

Prima di infornare coprire con dell’alluminio a cupola la schiaccia in modo che possa lievitare liberamente in cottura senza scurirsi sopra.

Infornare a forno caldo per circa un’ora quindi togliere l’alluminio e spennellare le schiacce con dell’uovo sbattuto con un pò d’acqua e cuocere ancora 15 minuti.

Fare sempre la prova stecchino ma la perfetta cottura non deve far seccare troppo la schiaccia. E’ più gustosa se l’impasto resta un pò umido.

schiaccia di pasqua ultima modifica: 2012-04-06T23:08:27+00:00 da Salvatore - admin
Share

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?