Noce di cocco Fresca e di compagnia. Come si apre.

noce di coccoAdesso che è già arrivato il caldo ricompare nel mio frigorifero la noce di cocco.

La noce di cocco è un cibo strano. Non la considero frutta, anche se spesso la mangio a fine pasto. Forse, viste le motivazioni con cui la sgranocchio assomiglia più a un dolce, anche se assolutamente non lo è, e qualche bel pezzo di cocco fresco può sostituire un gelato con cui ci si vizia dopo aver mangiato.  Quindi non fa parte del pasto.

Sensazioni pericolose che fanno scambiare il cocco per uno sfizio leggero, mentre invece la polpa è ricca di grassi saturi e a volte risulta di difficile digestione.

comunque una noce di cocco non può mancare in frigo durante l’estate o nelle nostre gite in spiaggia.

Molti però desistono dal comprarla perchè pensano sia troppo complicata da preparare. Certo non si sbuccia come una mela, ma non bisogna farsi spaventare. Non è poi tanto difficile da aprire. 

Prima di tutto quando si sceglie la noce di cocco bisogna cercare di indovinare la giusta maturazione. Non ci è d’aiuto l’aspetto esterno od il colore. L’unica cosa che possiamo fare è agitarla per sentire se c’è abbastanza liquido all’interno.

Per aprirla occorrono un martello, un sacchetto ed un cacciavite o un cavaturaccioli.

Per prima cosa occorre bucare martellando il cacciavite o usando il cavaturaccioli (ma attenzione che scappa via e rischiate di farvi male) i tre occhi sulla testa della noce.

Versare il liquido contenuto nella noce in una ciotola e metterlo da parte.

Lo sbaglio che molti fanno è quello di mettere la noce in terra o su un robusto piano di appoggio ed iniziare a prenderla a martellate. Così facendo i gusci schizzano da tutte le parti e contrariamente a quel che si pensa appoggiarlo sulla superficie dura rende più difficile l’apertura.

Io metto la noce in un sacchetto, spesso lo stesso con cui l’ho pesata al supermercato, e la tengo nella mano sinistra mentre la martello deciso ma neanche troppo forte con la destra.

La noce si rompe facilmente e la ruoto in modo da rompere tutto il guscio in piccoli pezzi.

Quando apro il sacchetto, se il lavoro è stato fatto bene e se la noce non era acerba, il guscio si separa facilmente dalla polpa con le mani.

Molti aprono la noce con un unico forte colpo e poi liberano la polpa facendo leva con un coltello. Molto pericoloso e senz’altro più faticoso. Inoltre la polpa viene via in piccoli pezzi, mentre rompendo in mano ben bene il guscio si ottengono grossi pezzi di polpa.

Praticamente quello che si vede in foto è bello da vedere, ma è il modo sbagliato di aprire il guscio.

Io spesso riesco a togliere tutto il guscio senza rompere il frutto.

La polpa si mette in un contenitore ampio e basso e vi si versa sopra il liquido prima estratto filtrandolo con un colino. Si aggiunge ancora un po’ dacqua in modo da tenere bagnata la polpa e rendere più fresco il cocco che conserveremo in frigorifero.


Noce di cocco Fresca e di compagnia. Come si apre. ultima modifica: 2011-05-24T21:55:05+00:00 da Salvatore - admin
Share

Un pensiero su “Noce di cocco Fresca e di compagnia. Come si apre.

  1. ecco la noce di cocco aperta perfettamente senza rompere l’interno:

    Dopo l’ho tagliata a spicchi come una mela.
    Devo dire però che aprirla senza rompere la noce dentro riesce più facilmente quando la noce non è perfettamente matura. Quindi magari meglio che si rompa durante l’apertura, ma che sia meglio maturata.

Hai qualche suggerimento ? Serve aiuto ?